Menu

Allergia o intolleranza alimentare?

 

 

 

 

 

 

 

 

Che confusione, sarà un‘allergia o un’intolleranza?

Come si riconoscono e distinguono le allergie alimentari dalle intolleranze, perché sempre più spesso, nonostante se ne parli tanto, la domanda è sempre quella: è un‘allergia o un’intolleranza alimentare?

Allergia alimentare e intolleranza alimentare sono molto diverse.

Un’allergia alimentare è una reazione prodotta dal sistema immunitario con una sostanza normalmente innocua.

Un’intolleranza alimentare non coinvolge solitamente il sistema immunitario e si presenta quando un alimento (come il lattosio) provoca una reazione spiacevole (come la diarrea) e gli effetti sono raramente immediati.

 

Allergia alimentare

Le allergie sono reazioni immunitarie dopo l’ingestione di uno specifico alimento (o di alcune sostanze contenuto in esso).

La reazione consente la formazione di anticorpi specifici.

Questi anticorpi difendono l’organismo. La reazione fra l’alimento ”allergenico” e l’anticorpo, libera l’istamina, che scatena i sintomi delle reazioni allergiche.

Le allergie alimentari si manifestano immediatamente e anche in modo forte dopo aver ingerito l’alimento allergenico, cioè che la provoca.

I sintomi possono essere:

  • rapidi
  • intensi

a seconda della qualità e la quantità del cibo ingerito.
se l’alimento allergenico viene ingerito si possono avere immediatamente:

  • prurito
  • gonfiore alle labbra
  • palato ingrossato
  • gola gonfia
  • nausea
  • vomito
  • crampi
  • gonfiori addominali
  • flatulenza
  • diarrea
  • reazioni cutanee
  • orticaria
  • angioedema
  • eczemi
  • sintomi a carico dell’apparato respiratorio (asma e rinite)
  • cefalea ed emicrania
  • difficoltà respiratorie
  • brusche cadute di pressione arteriosa
  • perdita di coscienza
  • morte da shock anafilattico

lo shock anafilattico può essere fatale se non viene trattato immediatamente (un’iniezione di adrenalina o epinefrina). È estremamente importante per chi è allergico di portare con sé cosa serve ovunque vada.

Ecco gli alimenti che provocano la quasi totalità delle reazioni allergiche:

  • sedano
  • cereali contenenti glutine (compresi grano, segale, orzo e avena)
  • crostacei (compresi granchi e gamberi)
  • uova
  • pesce
  • lupino
  • latte
  • molluschi (come cozze e ostriche)
  • senape
  • noci (compreso noci del brasile, nocciole, mandorle e noci)
  • arachidi
  • semi di sesamo
  • soia
  • anidride solforosa

Le persone che hanno un’allergia alimentare hanno maggiori probabilità di sviluppare altre allergie alimentari.

 

Intolleranza alimentare

L’intolleranza alimentare è una reazione dell’organismo quando:

  • si mangiano 1 o più alimenti non tollerati
  • da disfunzioni e disturbi a carico dell’apparato digerente (intolleranze enzimatiche e intolleranze farmacologiche)

la reazione dipende da:

  • quantità dell’alimento non tollerato ingerito (dose-dipendente)
  • non coinvolge il sistema immunitario

L’intolleranza alimentare può presentare dei sintomi simili alle allergie alimentari.
Le intolleranze enzimatiche si hanno perché l’organismo non riesce a metabolizzare alcune sostanze negli alimenti e può essere di 2 tipi:

  • congenita
  • acquisita

Le intolleranze alimentari enzimatiche:

  • sono numerose
  • comprendono un certo numero di malattie
  • riguardano il metabolismo dei carboidrati, delle proteine e dei lipidi.

Le intolleranze farmacologiche sono pseudo allergie, sempre dose-correlate.

Il problema potrebbe essere scatenato da reazioni incrociate tra additivi alimentari e farmaci.

Alcune persone sono prive fin dalla nascita di alcuni enzimi e quindi non riescono:

  • ad assimilare determinati alimenti o parte di essi
  • additivi
  • aromi naturali ed artificiali
  • caffeina
  • alcool e bevande alcoliche
  • dolcificanti artificiali
  • istamina (funghi, cibi in salamoia e stagionati)
  • tossine, virus, batteri o parassiti che hanno contaminato il cibo
  • coloranti alimentari artificiali, conservanti o esaltatori di sapidità

Le manifestazioni cliniche sono varie:

  • dermatiti (atopica)
  • asma e difficoltà respiratorie
  • vomito
  • diarrea
  • coliche intestinali.

 

Se pensi di avere un’allergia o intolleranza alimentare, è importante parlarne con il medico o se vuoi puoi anche passare in farmacia.

Non eliminare gli alimenti dalla tua dieta senza un consiglio medico o di un nutrizionista, perché potresti perdere importanti nutrienti. 

Consulta il tuo medico o il nutrizionista che potranno consigliare quali test fare per diagnosticare i sintomi.

Un’allergia o un’intolleranza alimentare sono facilmente diagnosticate grazie ai test allergologici che devono essere interpretati da un professionista qualificato che abbia una conoscenza dettagliata dei sintomi e della storia medica.

 

Molti bambini guariranno con la crescita dalle loro allergie e intolleranze.

Le allergie o le intolleranze alimentari non possono essere curate.

L’unico modo per evitare una reazione è di non assumere il cibo a cui sei sensibile.

 

Considera di vedere un nutrizionista per assicurarti di assumere tutti i nutrienti nelle dosi giornaliere raccomandate mentre si fanno le prove di eliminazione dell’alimento. Il fai da te è sconsigliatissimo.

Condividi questo articolo!